Dottorato di Ricerca

Testimonianze

TESTIMONIANZE DEI DOTTORI

Manuela Aguzzi

Manuela Aguzzi, PhD in Disegno Industriale e Comunicazione Multimediale, ha partecipato alla cerimonia di consegna dei diplomi di dottorato del 2015 con la seguente testimonianza

Dijon De Moraes

Dijon De Moraes, dottore in Industriale Design presso il Politecnico di Milano, è ora Rettore presso l’Università Statale di Minas Gerais (UEMG) in Brasile. Nel corso della cerimonia 2013 per la consegna dei diplomi, è intervenuto e ha rilasciato una testimonianza di cui è possibile vedere la registrazione video al seguente indirizzo: http://www.uemg.br/noticia_detalhe.php?id=4922 

Fabio Violante

Avviare un'impresa innovativa dopo il dottorato: l'esperienza di Neptuny

“In un mondo in cui tutti sviluppano applicazioni e costruiscono sistemi, io voglio ottimizzare i sistemi, voglio farli funzionare meglio perché c’è spazio nelle infrastrutture già esistenti. Da questa intuizione, destinata a diventare un assioma, è partita la mia esperienza nel settore della performance evaluation, del capacity management e del cloud computing.

Nato a Reggio Calabria nel 1972 mi sono trasferito a Milano per conseguire la laurea in Ingegneria Informatica presso il Politecnico e il successivo Dottorato in Computer Engineering, dopodiché ho maturato una biennale esperienza in Accenture (ex Andersen Consulting), prima di dedicarmi anima e corpo alla mia intuizione. Nel 2000, grazie all’Acceleratore d’Impresa del Politecnico e all’aiuto di due futuri soci (professori in università), fondo Neptuny, azienda verticale specializzata nella misurazione delle performance di grandi data center e destinata ad attirare l’attenzione di colossi quali Fastweb, Vodafone, Expedia. La crescita esponenziale del numero dei dipendenti (da 1 a 90 in pochi anni) e l’apertura di filiali a Londra e in California confermano Neptuny come storia di successo fino alla ormai non più recente acquisizione (2010) da parte del gruppo BMC.

Oggi ricopro il ruolo di Chief Technical Officer EMEA in BMC software, ottava azienda di software al mondo, quotata al Nasdaq.”

Fabio Volante, Dottorato di ricerca in Computer Engineering

Alessio Tizzanini

PhD executive, ENEL, 2013

“In qualità di referente aziendale per un importante progetto di Ricerca e, al contempo, di Dottorando in un Executive PhD, ha avuto il privilegio di sviluppare questa attività lavorando contemporaneamente sui due fronti che rappresentano le basi ed il futuro della Ricerca stessa: quello aziendale e quello universitario. Al termine di questa esperienza, tirando le somme non posso non sottolineare un accrescimento in termini di nozioni tecniche specifiche e di conoscenza delle dinamiche di collaborazione tra mondo aziendale e mondo universitario (ivi compresi punti di forza ed aree di miglioramento), nonché delle similitudini e differenze dei rispettivi approcci alla Ricerca.

Tutto ciò, associato agli eccellenti risultati raggiunti dal progetto ed ai rapporti personali e professionali che ho avuto modo di intrecciare, ha rappresentato per me un'importante e stimolante soddisfazione personale.

La necessità di lavorare al contempo in due contesti diversi (ma che comunque si sono in gran parte sovrapposti) mi ha richiesto un impegno forte e costante ma, a mio giudizio, molto ben riposto. Infatti, soprattutto in un contesto in cui la Ricerca si sta muovendo velocemente verso una sempre più stretta interazione tra mondo universitario e mondo aziendale, iniziative come quella dell'Executive PhD permettono al Ricercatore di sviluppare e fare proprio un approccio alla Ricerca particolarmente efficace e teso all’applicazione.”

Alessio Tizzanini, Dottorato di ricerca in Scienze e Tecnologie Energetiche e Nucleari

Testimonianze sul lavoro svolto da Alessio Tizzanini:

“Non ho dubbi a classificare l'esperienza del dottorato "executive" di Alessio Tizzanini un pieno successo: in soli tre anni (non i Quattro inizialmente previsti), Alessio ha portato a compimento un'ottima tesi, che descrive, nelle sue varie tappe (dal concepimento del prototipo, all'allestimento di un circuito di prova, all'esecuzione delle prove e all'analisi dei risultati) un progetto importante, frutto di un accord (firmato prima che prospettasse il dottorato) di collaborazione fra ENEL, Turboden e il mio dipartimento. Si tratta di un motore a fluido organico supercritico, per applicazioni geotermiche. A onor del vero, molte circostanze hanno concorso a questo risultato: (i) le indubbie doti dell'allievo, (ii) la collaborazione già in atto fra ENEL e il dipartimento di Energia, (iii) l'interesse comune verso una realizzazione di indubbio prestigio e - last but not least - (iv) I rilevanti investimenti destinati da ENEL al progetto.   L'auspicio è che simili circostanze si ripresentino, con la stessa ENEL e/o altre Aziende.”

Prof. Ennio Macchi, Relatore, Dipartimento di Energia

“Il progetto in cui Tizzanini è stato coinvolto, relativo allo sviluppo di cicli ORC ad alta efficienza per applicazioni geotermiche a bassa entalpia, è sicuramente uno dei più complessi ed interessanti progetti di ricerca sviluppati da ENEL negli ultimi anni. Alla luce del carattere fortemente innovativo del progetto in questione e delle qualità della risorsa coinvolta, la Enel Ricerca ha deciso di inserire Tizzanini nel contesto di un Executive PhD presso il Politecnico di Milano, centro universitario rinomato e col quale era già in corso un accordo di collaborazione sul tema di ricerca in questione. L'intento è stato plurimo: promuovere una maggiore interazione tra mondo accademico e mondo industriale, offrire all'azienda un’opportunità di formazione e perfezionamento per la risorsa coinvolta, qualificare la stessa attraverso la possibilità di sviluppare, come argomento di dottorato, un tema di interesse e in corso di sviluppo nel contesto aziendale di appartenenza. Tali aspetti hanno conferito a Tizzanini alcuni degli strumenti che gli hanno permesso di contribuire in maniera determinante al pieno successo raggiunto dal progetto, motivo per cui valutiamo come assolutamente positiva questa esperienza di Executive PhD.”

Sauro Pasini, Responsabile Area Tecnica Ricerca – Divisione Ingegneria e Ricerca, ENEL Ingegneria e Ricerca

Torna sù


TESTIMONIANZE DEI DOCENTI

Professoressa Carolina Di Biase

“I nostri dottorandi migliori sono oggi funzionari di soprintendenza (Beni architettonici e Paesaggio). Qualcuno è oggi Soprintendente: due anni fa abbiamo invitato quella di Siena e Grosseto alla cerimonia di conferimento del titolo. Ma accade anche il contrario: che quadri interni all'amministrazione dei Beni Culturali chiedano di essere ammessi al dottorato (quest'anno ne abbiamo una che lavora a Brera). Anche per questo abbiamo lavorato per rendere più organico il nostro rapporto con il Ministero dei Beni Culturali e con i suoi centri di ricerca più prestigiosi”

Prof.ssa Carolina Di Biase, Coordinatore del Dottorato in Conservazione dei Beni Architettonici

Torna sù


TESTIMONIANZE DELLE AZIENDE

Ing. Livio Baldi, Micron Semiconductor Italia

“Per l’industria dei semiconduttori è di vitale importanza saper unire le logiche imprenditoriali dell’efficienza e dell’efficacia alla capacità di costruire nuove conoscenze, tipica dell’Università. Questo e’ l’ingrediente fondamentale per competere a livello mondiale, ed è tipico dei sistemi territoriali favorevoli all’innovazione. Ospitare dottorandi in tesi ci consente di trasferire reciprocamente idee ed esperienze tra il mondo accademico e il mondo industriale, e questo ci apre a sempre nuove opportunità di innovazione e consente di creare un forte legame tra Università e impresa. Dal 2002 ad oggi presso il centro di ricerca tecnologica STMicroelectronics/Micron di Agrate Brianza sono state svolte 12 tesi di dottorato con il Politecnico di Milano, di cui 4 attualmente in corso. A questi numeri bisogna aggiungere più di 30 tesi di laurea magistrale con studenti provenienti perlopiù dal Politecnico di Milano, ma anche da altre Università, e con un trend in crescita nel tempo: un quadro che mi pare molto confortante ”.

Livio Baldi, External Relations and Funding Senior Director di Micron Semiconductor Italia

TENOVA

“Con il Politecnico abbiamo instaurato da più di dieci anni una collaborazione molto importante per lo sviluppo del nostro Team di Ricerca e Sviluppo e di Tecnologia di Processo.

Lavorare insieme ai laureandi e, successivamente, con chi ha poi proseguito l’itinerario accademico con un PhD attraverso l’esperienza con noi, ci ha permesso di creare un team dinamico che è il fiore all’occhiello del nostro gruppo.

Da almeno una decina di anni stiamo collaborando con il Dipartimento di Meccanica e di Siderurgia selezionando studenti capaci e disponibili per crescere insieme.

Chi ha svolto l’esperienza con noi accresce la nostra forza con una spinta di freschezza ed entusiasmo che bene si sposa con la “passione” che contraddistingue le attività della nostra azienda.

Da parte nostra, cerchiamo di offrire agli studenti meritevoli l’opportunità di una esperienza davvero unica in una realtà come la nostra azienda, ottimo biglietto da visita per il loro futuro professionale.

Non credo di sbagliarmi citando che almeno tre quarti dei miei “ragazzi” provengono dal Poli e molti di loro sono entrati nel nostro Team dopo l’esperienza di PhD o di Stage Post Laurea in Italia ed all’estero che via via abbiamo concordato con i Docenti del Poli.

E’ stato un grande piacere accoglierli ed una mia soddisfazione personale vederli crescere nella nostra società sia in Italia che nelle nostre consociate estere.”

Mauro Bianchi Ferri
Senior Vice President “Steelmaking”
TENOVA S.p.A.

TENOVA

“La nostra BU Forni Italimpianti ha una tradizione di lunga data nella Ricerca e Sviluppo principalmente nel campo della combustione ed ha raggiunto, grazie alla professionalità di più generazioni di ingegneri un livello di eccellenza globalmente riconosciuto. Partendo da queste premesse abbiamo pensato che fosse necessario fare un salto di qualità avendo la presunzione che l’arma migliore per accettare le sfide tecnologiche e competere mantenendo la nostra leadership sia la conoscenza. Per realizzare questo abbiamo individuato nell’Executive PhD del Politecnico di Milano una valida opportunità.

Scopo dell’Executive PhD è lo sviluppo di una base di conoscenze in materia di metodologie di calcolo per meccanica dei continui. L’applicabilità di tali conoscenze è estremamente trasversale in ingegneria e risulta un approccio fondamentale per l’analisi e previsione di fenomeni in ambito meccanico, chimico, metallurgico e fluidodinamico. L’ambito di immediato interesse è la fluidodinamica computazionale dei flussi turbolenti e reattivi (combustione). Le stesse metodologie risultano tuttavia applicabili a svariati ambiti e definiscono le procedure di calcolo per macchine parallele (supercalcolo).

Il risultato di tale programma è la formazione di una figura professionale che sia in una posizione di convergenza tra quella dell’ingegnere e quella del matematico applicato. Le attività di tale figura comprendono l’analisi quantitativa di prodotti e processi tramite simulazione numerica, l’individuazione dei fattori critici al miglioramento dei limiti tecnologici, la collaborazione con i reparti d’ingegneria per la realizzazione di modifiche o di prodotti totalmente nuovi.

I vantaggi immediati per l’azienda, e in particolare per la BU Forni Italimpianti, si individuano nell’acquisizione di risorse altamente qualificate per il settore di Ricerca e Sviluppo, che consentano lo sviluppo di prodotti a sempre maggior contenuto tecnologico.

Pensiamo che la nostra partecipazione all’Executive PhD diventi tanto più importante quanto più in prospettiva non rimanga un episodio isolato ma si intersechi con altri esempi di specializzazione tecnologica formando così una solida piattaforma di eccellenza per la Ricerca e Sviluppo nostra azienda.” 

Massimiliano Fantuzzi
R&D Manager “Tenova Italimpianti”
TENOVA S.p.A.

TECHINT ENGINEERING & CONSTRUCTION:

“Le qualità che cerchiamo nelle nostre risorse, impegnate nella progettazione di centrali elettriche e di impianto di processo per l’industria chimica e petrolifera, non si limitano alle sole capacità tecniche. Le caratteristiche che troviamo nei Dottori di Ricerca che hanno fatto un’esperienza in una scuola di eccellenza come il Politecnico di Milano, rappresentano un insieme di valori molto importanti e attinenti con la mentalità aziendale. La loro presenza arricchisce il gruppo di lavoro ed è un continuo stimolo al miglioramento. In particolare mi riferisco alla capacità e al gusto per l’approfondimento, qualità essenziale per fronteggiare la complessità dei problemi tecnici che ci troviamo a trattare; la sistematicità e il metodo con cui si svolge il proprio lavoro, caratteristica necessaria per garantire gli elevati standard di qualità che il nostro mercato ci obbliga a tenere; l’abilità e la propensione all’esposizione didattica dei risultati, capacità necessaria per l’appropriata gestione dei rapporti col gruppo di lavoro e col cliente, nei confronti del cui personale sempre più spesso ci troviamo anche ad avere gli oneri dell’addestramento.” 

Andrea Ferrera
Process, Mechanical & Technology Department Manager
TECHINT ENGINEERING & CONSTRUCTION

Torna sù